Grappa e Vino Saros

Grappa Saros

Nasce dall’uva di Sauvignon Bianco raccolta in novembre con acini infavati dalla muffa nobile “botritys cinerea” nel vigneto “SAROS” a Santa Massenza.
Nell’azienda agricola di Giulio Poli, il Sauvignon Bianco viene diraspato e pressato in modo soffice, dopo un’attenta fermentazione senza attendere che gli zuccheri siano totalmente trasformati in alcool, si distilla la vinaccia con l’artigianale alambicco in rame discontinuo a bagnomaria, il risultato è una grappa preziosa, con eleganti note floreali e di frutta secca. Il successivo riposo per tre mesi nei fusti di rovere usati per l’affinamento della vendemmia tardiva “Saros” conferisce al prodotto fragranze di vaniglia, di spezie e di cioccolato.

Vino Saros

Saros è il nome di un vecchio vigneto di Sauvignon Bianco, da quel vigneto prende il nome questo vino. La vendemmia ritardata di un mese o più è favorita dalla singolarità climatica del luogo e permette di ottenere uve con acini infavati dalla muffa nobile “Botrytis Cinerea” la quale crea all’interno dell’acino trasformazioni tali da portare un corredo aromatico veramente composito e pregiato.
Durante la raccolta l’azienda procede ad un’amorevole cernita manuale con eliminazione degli acini attaccati dalle muffe nocive, come il marciume acido ed il marciume grigio.
In cantina quindi parte la lunga fermentazione in vasche d’acciaio termocondizionate e finisce dopo due, tre mesi in barrique di secondo passaggio. Dopo un anno d’invecchiamento vi si aggiunge del mosto botritizzato nuovo, così da arricchire la fragranza con profumi freschi e intensificare il gusto fruttato, ancora due anni di maturazione, infine l’affinamento in bottiglia.

Colore: giallo paglierino carico.
Profumo: Intenso persistente e di qualità molto fine, note vegetali di tartufo nero e di oliva quindi ampie sensazioni di fruttato secco, fichi, datteri, mandorla e carruba, di dolci sensazioni d’uva sultanina e miele ed avvolgenti ricordi di frutta esotica candita.
Gusto: Dolce, caldo, morbido abbastanza fresco e sapido su di una struttura di corpo.
Temperatura di servizio: 14° - 16° C
Accostamenti: Le intriganti sensazioni che caratterizzano il vino consentono di avvicinarlo a cibi altrettanto carichi di sensazioni esotiche, quali la pastiera napoletana o a caratteristiche più nordiche come la torta di ricotta e lo strudel, fino ad arrivare alle vellutate ed esplodenti sensazioni dei formaggi erborinati. Tutti i cibi dolci e speziati con presenza di pasta frolla.